L’estinzione di una società determinata dall’avvenuta sua cancellazione dal registro delle imprese per omesso deposito del bilancio per oltre tre anni consecutivi, non determina il venir meno dell’interesse alla decisione di un giudizio risarcitorio, pendente, intrapreso dal suo liquidatore

L’estinzione di una società determinata dall’avvenuta sua cancellazione dal registro delle imprese per omesso deposito del bilancio per oltre tre anni consecutivi, non determina il venir meno dell’interesse alla decisione di un giudizio risarcitorio, pendente, intrapreso dal suo liquidatore

Le attenuanti di cui all’articolo 62-bis c.p. sono state introdotte con la funzione di mitigare la rigidita’ dell’originario sistema di calcolo della pena nell’ipotesi di concorso di circostanze di specie diversa e tale funzione, ridotta a seguito della modifica del giudizio di comparazione delle circostanze concorrenti, ha modo di esplicarsi efficacemente solo per rimuovere il limite posto al giudice con la fissazione del minimo edittale, allorche’ questi intenda determinare la pena al di sotto di tale limite

Le attenuanti di cui all’articolo 62-bis c.p. sono state introdotte con la funzione di mitigare la rigidita’ dell’originario sistema di calcolo della pena nell’ipotesi di concorso di circostanze di specie diversa e tale funzione, ridotta a seguito della modifica del giudizio di comparazione delle circostanze concorrenti, ha modo di esplicarsi efficacemente solo per rimuovere il limite posto al giudice con la fissazione del minimo edittale, allorche’ questi intenda determinare la pena al di sotto di tale limite

Laddove le manifestazioni esteriori di una patologia che si assume cagionata dalla condotta incriminata siano, in realtà, riconducibili anche a fattori causali di natura diversa ed estranea a tale condotta, non é possibile pervenire all’affermazione della dipendenza causale dei sintomi riscontrati sulla vittima (nel caso di specie, il neonato) dalla causa presunta

Laddove le manifestazioni esteriori di una patologia che si assume cagionata dalla condotta incriminata siano, in realtà, riconducibili anche a fattori causali di natura diversa ed estranea a tale condotta, non é possibile pervenire all’affermazione della dipendenza causale dei sintomi riscontrati sulla vittima (nel caso di specie, il neonato) dalla causa presunta

La mancata iscrizione all’Albo dei praticanti giornalisti comporta la nullita’ del contratto di lavoro per violazione di norma imperativa, dalli altro che tale nullita’ non e’ sanabile con la retrodatazione della successiva iscrizione.

La mancata iscrizione all’Albo dei praticanti giornalisti comporta la nullita’ del contratto di lavoro per violazione di norma imperativa, dalli altro che tale nullita’ non e’ sanabile con la retrodatazione della successiva iscrizione.

La disposizione dell’art. 2377 c.c. secondo cui l’annullamento di una deliberazione dell’assemblea di una società per azioni, non può avere luogo se la deliberazione impugnata è sostituita con altra presa in conformità della legge, è applicabile per identità di ratio anche in materia di condominio

La disposizione dell’art. 2377 c.c. secondo cui l’annullamento di una deliberazione dell’assemblea di una società per azioni, non può avere luogo se la deliberazione impugnata è sostituita con altra presa in conformità della legge, è applicabile per identità di ratio anche in materia di condominio

La documentata stipulazione di un contratto di lavoro a tempo indeterminato risalente agli ultimi mesi del 2015 non contrasta, di per se’, con la detenzione di somme di denaro nei mesi successivi pertanto, non opera nei confronti dell’indagato la confisca obbligatoria ai sensi del Decreto Legge n. 306 del 1992

La documentata stipulazione di un contratto di lavoro a tempo indeterminato risalente agli ultimi mesi del 2015 non contrasta, di per se’, con la detenzione di somme di denaro nei mesi successivi pertanto, non opera nei confronti dell’indagato la confisca obbligatoria ai sensi del Decreto Legge n. 306 del 1992

Per configurare l’ipotesi di una contraffazione di marchio è necessario che essa investa quegli elementi, costitutivi e caratteristici, che adempiono alla specifica funzione di identificare il prodotto contrassegnato nella sua consistenza merceologica e nella sua provenienza imprenditoriale

Per configurare l’ipotesi di una contraffazione di marchio è necessario che essa investa quegli elementi, costitutivi e caratteristici, che adempiono alla specifica funzione di identificare il prodotto contrassegnato nella sua consistenza merceologica e nella sua provenienza imprenditoriale