Nell’ipotesi di proposizione di ricorso per cassazione da parte dell’ex rappresentante della societa’ cancellata dal registro delle imprese

Corte di Cassazione, sezione sesta civile, Ordinanza 22 maggio 2018, n. 12603. La massima estrapolata: Nell’ipotesi di proposizione di ricorso per cassazione da parte dell’ex rappresentante della societa’ cancellata dal registro delle imprese, la sua inammissibilita’ – derivante dalla non operativita’ di alcun mandato per la peculiarita’ del giudizio di legittimita’ e comunque per la … Leggi tutto Nell’ipotesi di proposizione di ricorso per cassazione da parte dell’ex rappresentante della societa’ cancellata dal registro delle imprese

Al fine della dimostrazione della assoluta impossibilita’ di provvedere ai pagamenti omessi, occorre l’allegazione e la prova della non addebitabilita’ all’imputato della crisi economica che ha investito l’impresa

Al fine della dimostrazione della assoluta impossibilita’ di provvedere ai pagamenti omessi, occorre l’allegazione e la prova della non addebitabilita’ all’imputato della crisi economica che ha investito l’impresa

In tema di omesso versamento dell’imposta sul valore aggiunto la causa di non punibilita’ della “particolare tenuita’ del fatto”, prevista dall’articolo 131-bis c.p., e’ applicabile soltanto all’omissione per un ammontare vicinissimo alla soglia di punibilita’

In tema di omesso versamento dell’imposta sul valore aggiunto la causa di non punibilita’ della “particolare tenuita’ del fatto”, prevista dall’articolo 131-bis c.p., e’ applicabile soltanto all’omissione per un ammontare vicinissimo alla soglia di punibilita’

La mancanza, nel capo di imputazione, di una specifica ed analitica indicazione di tutte le fatture ritenute falsificate o contraffatte non comporta alcuna genericita’ o indeterminatezza della contestazione del reato di cui al Decreto Legislativo n. 74 del 2000, articolo 2

La mancanza, nel capo di imputazione, di una specifica ed analitica indicazione di tutte le fatture ritenute falsificate o contraffatte non comporta alcuna genericita’ o indeterminatezza della contestazione del reato di cui al Decreto Legislativo n. 74 del 2000, articolo 2