In tema di stupefacenti, qualora gli indizi a carico di un soggetto consistano in mere dichiarazioni captate nel corso di operazioni di intercettazione senza che sia operato il sequestro della sostanza stupefacente (la c.d. droga parlata)

Corte di Cassazione, sezione terza penale, Sentenza 20 luglio 2018, n. 34132. La massima estrapolata: In tema di stupefacenti, qualora gli indizi a carico di un soggetto consistano in mere dichiarazioni captate nel corso di operazioni di intercettazione senza che sia operato il sequestro della sostanza stupefacente (la c.d. droga parlata), la loro valutazione, ai … Leggi tutto In tema di stupefacenti, qualora gli indizi a carico di un soggetto consistano in mere dichiarazioni captate nel corso di operazioni di intercettazione senza che sia operato il sequestro della sostanza stupefacente (la c.d. droga parlata)

In tema di bancarotta sono ingiustificate le misure cautelari se gli indagati non rivesto più cariche sociali

Corte di Cassazione, sezione quinta penale, Sentenza 19 luglio 2018, n. 33912. La massima estrapolata: In tema di bancarotta sono ingiustificate le misure cautelari se gli indagati non rivesto più cariche sociali Sentenza 19 luglio 2018, n. 33912 Data udienza 6 luglio 2018 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE … Leggi tutto In tema di bancarotta sono ingiustificate le misure cautelari se gli indagati non rivesto più cariche sociali

In tema di stupefacenti, la circostanza attenuante del danno patrimoniale di speciale tenuità di cui all’art. 62, n. 4, cod. pen., è compatibile con la lieve entità del delitto

Corte di Cassazione, sezione terza penale, Sentenza 20 luglio 2018, n. 34122. La massima estrapolata: In tema di stupefacenti, la circostanza attenuante del danno patrimoniale di speciale tenuità di cui all’art. 62, n. 4, cod. pen., è compatibile con la lieve entità del delitto, nel solo caso in cui la valutazione del danno patrimoniale sia … Leggi tutto In tema di stupefacenti, la circostanza attenuante del danno patrimoniale di speciale tenuità di cui all’art. 62, n. 4, cod. pen., è compatibile con la lieve entità del delitto

In tema di droghe leggere si utilizza il nuovo minimo edittale

Corte di Cassazione, sezione terza penale, Sentenza 20 luglio 2018, n. 34117. La massima estrapolata: In tema di droghe leggere si utilizza il nuovo minimo edittale previsto dalla nuova legge al posto di quella dichiarata incostituzionale, anche se quest’ ultima prevedeva un minimo edittale che non avrebbe rappresentato una condanna per l’imputato. Sentenza 20 luglio … Leggi tutto In tema di droghe leggere si utilizza il nuovo minimo edittale

È ravvisabile la fattispecie dello stalking aggravato quando l’imputato abbia rivolto la sua azione persecutoria nei confronti di un soggetto terzo servendosi di un’ulteriore persona per portare a termine il proprio progetto criminale.

Corte di Cassazione, sezione quinta penale, Sentenza 17 luglio 2018, n. 33127. La massima estrapolata: È ravvisabile la fattispecie dello stalking aggravato quando l’imputato abbia rivolto la sua azione persecutoria nei confronti di un soggetto terzo servendosi di un’ulteriore persona per portare a termine il proprio progetto criminale. Sentenza 17 luglio 2018, n. 33127 Data … Leggi tutto È ravvisabile la fattispecie dello stalking aggravato quando l’imputato abbia rivolto la sua azione persecutoria nei confronti di un soggetto terzo servendosi di un’ulteriore persona per portare a termine il proprio progetto criminale.

Tra il diritto di accesso dell’indagato alle registrazioni dei colloqui rilevanti ai fini cautelari e la procedura che si instaura a seguito della proposizione, da parte del pubblico ministero, dell’appello ai sensi dell’art. 310 c.p.p.

Corte di Cassazione, sezione sesta penale, Sentenza 17 luglio 2018, n. 33046. Sentenza 17 luglio 2018, n. 33046 Data udienza 25 gennaio 2018 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE SESTA PENALE Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. FIDELBO Giorgio – Presidente Dott. RICCIARELLI Massimo – Consigliere Dott. DE … Leggi tutto Tra il diritto di accesso dell’indagato alle registrazioni dei colloqui rilevanti ai fini cautelari e la procedura che si instaura a seguito della proposizione, da parte del pubblico ministero, dell’appello ai sensi dell’art. 310 c.p.p.

La servitu’ di passo carrabile e’ diversa da quella di passaggio pedonale

Corte di Cassazione, sezione seconda civile, Sentenza 23 luglio 2018, n. 19483. La massima estrapolata: La servitu’ di passo carrabile e’ diversa da quella di passaggio pedonale: la differenza e’ di carattere quantitativo nel senso che la servitu’ di transito veicolare si distingue da quella di passaggio pedonale per la maggiore ampiezza del suo contenuto … Leggi tutto La servitu’ di passo carrabile e’ diversa da quella di passaggio pedonale

AI fini dell’esercizio del diritto di opzione, ex art. 18, comma 5, per il pagamento dell’indennità sostitutiva

Corte di Cassazione, sezione sesta civile, Ordinanza 23 luglio 2018, n. 19480. La massima estrapolata: AI fini dell’esercizio del diritto di opzione, ex art. 18, comma 5, per il pagamento dell’indennità sostitutiva, il termine decorre dalla conoscenza effettiva della sentenza di reintegra a prescindere dal deposito e quindi anche dalla lettura in udienza della decisione. … Leggi tutto AI fini dell’esercizio del diritto di opzione, ex art. 18, comma 5, per il pagamento dell’indennità sostitutiva

In tema di compensazione dei crediti, se e’ controversa, nel medesimo giudizio instaurato dal creditore principale o in altro gia’ pendente, l’esistenza del controcredito opposto in compensazione, il giudice non puo’ pronunciare la compensazione

Corte di Cassazione, sezione sesta civile, Ordinanza 20 luglio 2018, n. 19450. La massima estrapolata: In tema di compensazione dei crediti, se e’ controversa, nel medesimo giudizio instaurato dal creditore principale o in altro gia’ pendente, l’esistenza del controcredito opposto in compensazione, il giudice non puo’ pronunciare la compensazione, neppure quella giudiziale, perche’ quest’ultima, ex … Leggi tutto In tema di compensazione dei crediti, se e’ controversa, nel medesimo giudizio instaurato dal creditore principale o in altro gia’ pendente, l’esistenza del controcredito opposto in compensazione, il giudice non puo’ pronunciare la compensazione

Illegittima la pretesa del bollo auto su una moto immatricolata da oltre 20 anni e con particolare interesse storico.

Corte di Cassazione, sezione tributaria, Ordinanza 20 luglio 2018, n. 19421. Ordinanza 20 luglio 2018, n. 19421 Data udienza 21 giugno 2018 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE TRIBUTARIA Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. ZOSO Liana Maria Teresa – Presidente Dott. STALLA Giacomo Maria – Consigliere Dott. … Leggi tutto Illegittima la pretesa del bollo auto su una moto immatricolata da oltre 20 anni e con particolare interesse storico.