La posizione di garanzia del datore di lavoro puo’ venire meno, in presenza di altre figure professionali deputate all’osservanza delle misure poste a salvaguardia della sicurezza sul lavoro, solamente in caso di valida, rigorosa e rituale delega di funzioni

Corte di Cassazione, sezione quarta penale, Sentenza 25 settembre 2018, n. 41367. La massima estrapolata: La posizione di garanzia del datore di lavoro puo’ venire meno, in presenza di altre figure professionali deputate all’osservanza delle misure poste a salvaguardia della sicurezza sul lavoro, solamente in caso di valida, rigorosa e rituale delega di funzioni, configurandosi … Leggi tutto La posizione di garanzia del datore di lavoro puo’ venire meno, in presenza di altre figure professionali deputate all’osservanza delle misure poste a salvaguardia della sicurezza sul lavoro, solamente in caso di valida, rigorosa e rituale delega di funzioni

L’ordine di demolizione del manufatto abusivo impartito con la sentenza di condanna per il reato di costruzione abusiva, ha natura amministrativa

Corte di Cassazione, sezione terza penale, Sentenza 25 settembre 2018, n. 41270. La massima estrapolata: L’ordine di demolizione del manufatto abusivo, impartito dal giudice ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 380 del 2001, articolo 31, comma 9, con la sentenza di condanna per il reato di costruzione abusiva, ha natura amministrativa e … Leggi tutto L’ordine di demolizione del manufatto abusivo impartito con la sentenza di condanna per il reato di costruzione abusiva, ha natura amministrativa

Gli interventi edilizi che comportano l’ampliamento della volumetria preesistente all’esterno della sagoma esistente l’apertura di nuovi pareti finestrate, possono essere realizzati solo con permesso di costruire o altro titolo equipollente

Corte di Cassazione, sezione terza penale, Sentenza 25 settembre 2018, n. 41256. La massima estrapolata: Gli interventi edilizi che comportano l’ampliamento della volumetria preesistente all’esterno della sagoma esistente l’apertura di nuovi pareti finestrate, possono essere realizzati solo con permesso di costruire o altro titolo equipollente trattandosi di interventi classificabili come di “nuova costruzione” ai sensi … Leggi tutto Gli interventi edilizi che comportano l’ampliamento della volumetria preesistente all’esterno della sagoma esistente l’apertura di nuovi pareti finestrate, possono essere realizzati solo con permesso di costruire o altro titolo equipollente

Il reato di indebita compensazione di cui all’articolo 10-quater del Dlgs 74 del 2000

Corte di Cassazione, sezione terza penale, Sentenza 25 settembre 2018, n. 41229. La massima estrapolata: Il reato di indebita compensazione di cui all’articolo 10-quater del Dlgs 74 del 2000 è punibile anche quando il credito Iva, ancorché certo nel suo ammontare, non emerga dalla dichiarazione poiché omessa. Questo in quanto per credito Iva non spettante … Leggi tutto Il reato di indebita compensazione di cui all’articolo 10-quater del Dlgs 74 del 2000

Il reato di occultamento e distruzione delle scritture contabili di cui all’articolo 10 del Dlgs 74 del 2000

Corte di Cassazione, sezione terza penale, Sentenza 25 settembre 2018, n. 41237. La massima estrapolata: Il reato di occultamento e distruzione delle scritture contabili di cui all’articolo 10 del Dlgs 74 del 2000 è punibile anche quando l’organo ispettivo riesca a ricostruire i redditi e il volume d’affari dell’imputato partendo dalle risposte ai questionari inviati … Leggi tutto Il reato di occultamento e distruzione delle scritture contabili di cui all’articolo 10 del Dlgs 74 del 2000

La ripartizione delle spese di manutenzione e sostituzione degli ascensori

  Corte di Cassazione, sezione sesta civile, Ordinanza 27 settembre 2018, n. 23222. La massima estrapolata: A differenza dell’installazione “ex novo” di un ascensore in un edificio in condominio (le cui spese vanno suddivise secondo l’articolo 1123 c.c., ossia proporzionalmente al valore della proprieta’ di ciascun condomino), quelle relative alla manutenzione e ricostruzione dell’ascensore gia’ esistente vanno ripartite … Leggi tutto La ripartizione delle spese di manutenzione e sostituzione degli ascensori

Laddove non sia applicabile il regime dell’Iva per cassa, la integrazione del reato di cui al Decreto Legislativo n. 74, articolo 10 ter, e’ ordinariamente svincolata dalla effettiva riscossione delle somme

Corte di Cassazione, sezione terza penale, Sentenza 25 settembre 2018, n. 41228. La massima estrapolata: Laddove non sia applicabile il regime dell’Iva per cassa, la integrazione del reato di cui al Decreto Legislativo n. 74, articolo 10 ter, e’ ordinariamente svincolata dalla effettiva riscossione delle somme – corrispettivo relative alle prestazioni effettuate Sentenza 25 settembre 2018, … Leggi tutto Laddove non sia applicabile il regime dell’Iva per cassa, la integrazione del reato di cui al Decreto Legislativo n. 74, articolo 10 ter, e’ ordinariamente svincolata dalla effettiva riscossione delle somme

La fattispecie della responsabilita’ per danni da cose in custodia

Corte di Cassazione, sezione terza civile, Ordinanza 27 settembre 2018, n. 23203. La massima estrapolata: La fattispecie della responsabilita’ per danni da cose in custodia puo’ dirsi regolata dai seguenti principi: – l’articolo 2051 c.c., nel qualificare responsabile chi ha in custodia la cosa per i danni da questa cagionati, individua un criterio di imputazione di responsabilita’ … Leggi tutto La fattispecie della responsabilita’ per danni da cose in custodia

Qualora la denuncia al tribunale ex art. 2409 cod. civ. di sospetto di gravi irregolarità commesse da parte degli organi sociali della società di capitali si riveli infondata

Corte di Cassazione, sezione terza civile, Ordinanza 27 settembre 2018, n. 23199. La massima estrapolata: Qualora la denuncia al tribunale ex art. 2409 cod. civ. di sospetto di gravi irregolarità commesse da parte degli organi sociali della società di capitali si riveli infondata, e la gestione sociale da parte degli organi in carica non sia risultata … Leggi tutto Qualora la denuncia al tribunale ex art. 2409 cod. civ. di sospetto di gravi irregolarità commesse da parte degli organi sociali della società di capitali si riveli infondata

Ogni vicenda processuale nella quale sia parte un minore deve considerarsi di per se’ suscettibile di subire modifiche in ordine alla rappresentanza in giudizio

Corte di Cassazione, sezione terza civile, Ordinanza 27 settembre 2018, n. 23189. La massima estrapolata: Ogni vicenda processuale nella quale sia parte un minore deve considerarsi di per se’ suscettibile di subire modifiche in ordine alla rappresentanza in giudizio, con la conseguenza che il processo di appello, erroneamente instauratosi con la notifica dell’impugnazione da parte dei … Leggi tutto Ogni vicenda processuale nella quale sia parte un minore deve considerarsi di per se’ suscettibile di subire modifiche in ordine alla rappresentanza in giudizio