Nel delitto di estorsione anche la prospettazione di un non “facere” puo’ integrare l’elemento costitutivo della minaccia

Corte di Cassazione, sezione seconda penale, Sentenza 9 ottobre 2018, n. 45413. Le massime estrapolate: Integra il delitto di estorsione la condotta del datore di lavoro che, approfittando della situazione del mercato del lavoro a lui favorevole per la prevalenza dell’offerta sulla domanda, costringe i lavoratori, con la minaccia larvata di licenziamento, ad accettare la … Leggi tutto Nel delitto di estorsione anche la prospettazione di un non “facere” puo’ integrare l’elemento costitutivo della minaccia

Il diritto a conservare il più favorevole trattamento economico dell’incarico cessato non comprende anche la retribuzione di risultato

Consiglio di Stato, sezione quinta, Sentenza 24 ottobre 2018, n. 6037. La massima estrapolata: Il diritto a conservare il più favorevole trattamento economico dell’incarico cessato non comprende anche la retribuzione di risultato e la parte variabile della retribuzione di posizione, che quindi non possono essere riconosciute al dipendente nella nuova posizione giuridica. Sentenza 24 ottobre … Leggi tutto Il diritto a conservare il più favorevole trattamento economico dell’incarico cessato non comprende anche la retribuzione di risultato

Il reato di violenza sessuale commesso mediante abuso della qualita’ e dei poteri del pubblico ufficiale

Corte di Cassazione, sezione seconda penale, Sentenza 9 ottobre 2018, n. 45439. Le massime estrapolate: Il reato di violenza sessuale commesso mediante abuso della qualita’ e dei poteri del pubblico ufficiale puo’ concorrere formalmente con il reato di concussione, trattandosi di reati che tutelano beni giuridici diversi, posti a salvaguardia di distinti valori costituzionali, rappresentati … Leggi tutto Il reato di violenza sessuale commesso mediante abuso della qualita’ e dei poteri del pubblico ufficiale

Niente riconoscimento agli eredi del danno da fumo se il congiunto è venuto meno per un tumore alla laringe in funzione di un consumo smodato di sigarette.

Corte di Cassazione, sezione terza civile, Ordinanza 11 ottobre 2018, n. 25161. Ordinanza 11 ottobre 2018, n. 25161. Data udienza 22 giugno 2018. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE TERZA CIVILE Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. SESTINI Danilo – Presidente Dott. RUBINO Lina – Consigliere Dott. IANNELLO … Leggi tutto Niente riconoscimento agli eredi del danno da fumo se il congiunto è venuto meno per un tumore alla laringe in funzione di un consumo smodato di sigarette.

La valutazione della presunta antieconomicità di una singola operazione posta in essere dall’impresa non è sufficiente a fondare l’accertamento analitico-induttivo

Corte di Cassazione, sezione sesta tributaria, Ordinanza 11 ottobre 2018, n. 25217. La massima estrapolata: La valutazione della presunta antieconomicità di una singola operazione posta in essere dall’impresa non è sufficiente a fondare l’accertamento analitico-induttivo. Questo in quanto, laddove la contabilità aziendale non sia stata preventivamente disconosciuta, la singola operazione isolata dal contesto complessivo dell’attività … Leggi tutto La valutazione della presunta antieconomicità di una singola operazione posta in essere dall’impresa non è sufficiente a fondare l’accertamento analitico-induttivo

Differenze tra peculato e furto aggravato

Corte di Cassazione, sezione sesta penale, Sentenza 9 ottobre 2018, n. 45454. Le massime estrapolate: Sussiste il delitto di peculato quando l’agente fa proprio il bene altrui del quale abbia gia’ il possesso per ragione del suo ufficio o servizio e ricorre all’artificio o al raggiro (eventualmente consistente nella produzione di falsi documentali) per occultare … Leggi tutto Differenze tra peculato e furto aggravato

L’art. 19, comma 2, Direttiva UE n. 24-2014 mira a garantire una ampia partecipazione alle gare

Consiglio di Stato, sezione quinta, Sentenza 22 ottobre 2018, n. 6032. La massima estrapolata: L’art. 19, comma 2, Direttiva UE n. 24-2014 mira a garantire una ampia partecipazione alle gare prevedendo a tal fine un divieto per le amministrazioni aggiudicatrici di imporre ai raggruppamenti di operatori economici ad avere una forma giuridica specifica per poter … Leggi tutto L’art. 19, comma 2, Direttiva UE n. 24-2014 mira a garantire una ampia partecipazione alle gare

Il superamento del test può essere richiesto per il solo accesso al primo anno di corso e non anche nel caso di domande d’accesso dall’esterno direttamente ad anni di corso successivi al primo

Consiglio di Stato, sezione sesta, Ordinanza 26 ottobre 2018, n. 5225. La massima estrapolata: Il superamento del test può essere richiesto per il solo accesso al primo anno di corso e non anche nel caso di domande d’accesso dall’esterno direttamente ad anni di corso successivi al primo, nel quale il principio regolante l’iscrizione è unicamente … Leggi tutto Il superamento del test può essere richiesto per il solo accesso al primo anno di corso e non anche nel caso di domande d’accesso dall’esterno direttamente ad anni di corso successivi al primo

Nella determinazione del reddito d’impresa il recupero a tassazione dei ricavi nell’esercizio di competenza

Corte di Cassazione, sezione sesta tributaria, Ordinanza 11 ottobre 2018, n. 25218. La massima estrapolata: Nella determinazione del reddito d’impresa il recupero a tassazione dei ricavi nell’esercizio di competenza non è ostacolato dal fatto che essi sono stati dichiarati fiscalmente in un diverso esercizio. Questo in quanto le regole fiscali sull’imputazione temporale dei componenti di … Leggi tutto Nella determinazione del reddito d’impresa il recupero a tassazione dei ricavi nell’esercizio di competenza

Quando il delitto di induzione indebita sia configurabile nella forma tentata

Corte di Cassazione, sezione sesta penale, Sentenza 9 ottobre 2018, n. 45462. Le massime estrapolate: Il delitto di induzione indebita sia configurabile nella forma tentata, nel caso in cui l’evento non si verifichi per la resistenza opposta dal privato alle illecite pressioni del pubblico agente;Il tentativo di induzione indebita di cui all’articolo 319-quater cod. pen. … Leggi tutto Quando il delitto di induzione indebita sia configurabile nella forma tentata