In caso di domanda di risarcimento del danno non patrimoniale “da uccisione”, proposta “iure proprio” dai congiunti dell’ucciso il rapporto nonni-nipoti non può essere ancorato solo alla convivenza, per essere ritenuto giuridicamente qualificato e rilevante

Corte di Cassazione, sezione terza civile, Ordinanza 4 ottobre 2018, n. 24162. La massima estrapolata: In caso di domanda di risarcimento del danno non patrimoniale “da uccisione”, proposta “iure proprio” dai congiunti dell’ucciso, questi ultimi devono provare la effettivita’ e la consistenza della relazione parentale, rispetto alla quale il rapporto di convivenza non assurge a … Leggi tutto In caso di domanda di risarcimento del danno non patrimoniale “da uccisione”, proposta “iure proprio” dai congiunti dell’ucciso il rapporto nonni-nipoti non può essere ancorato solo alla convivenza, per essere ritenuto giuridicamente qualificato e rilevante

Va esclusa l’ipotesi delittuosa di cui all’art. 567, comma secondo, cod. pen. nel caso di dichiarazioni di nascita effettuate ai sensi dell’art. 15 del d.P.R. n. 396 del 2000

Corte di Cassazione SEZ. VI PENALE , SENTENZA 17 novembre 2016, n.48696  "Va esclusa l’ipotesi delittuosa di cui all’art. 567, comma secondo, cod. pen. nel caso di dichiarazioni di nascita effettuate ai sensi dell’art. 15 del d.P.R. n. 396 del 2000, in ordine a cittadini italiani nati all’estero e rese all’autorità consolare sulla base di certificato … Leggi tutto Va esclusa l’ipotesi delittuosa di cui all’art. 567, comma secondo, cod. pen. nel caso di dichiarazioni di nascita effettuate ai sensi dell’art. 15 del d.P.R. n. 396 del 2000

Illegittimità del divieto di fecondazione eterologa

Corte costituzionale sentenza 162/14 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: Presidente: Gaetano SILVESTRI; Giudici : Luigi MAZZELLA, Sabino CASSESE, Giuseppe TESAURO, Paolo Maria NAPOLITANO, Giuseppe FRIGO, Alessandro CRISCUOLO, Paolo GROSSI, Giorgio LATTANZI, Aldo CAROSI, Marta CARTABIA, Sergio MATTARELLA, Mario Rosario MORELLI, Giancarlo CORAGGIO, Giuliano AMATO, ha pronunciato la … Leggi tutto Illegittimità del divieto di fecondazione eterologa

Demolizione di un immobile abusivo: il provvedimento tardivo

Consiglio di Stato, sezione sesta, Sentenza 30 ottobre 2018, n. 6176. La massima estrapolata: Il provvedimento con cui viene ingiunta, sia pure tardivamente, la demolizione di un immobile abusivo, per la sua natura vincolata e rigidamente ancorata al ricorrere dei relativi presupposti in fatto e in diritto, non richiede motivazione in ordine alle ragioni di … Leggi tutto Demolizione di un immobile abusivo: il provvedimento tardivo

Appropriazione indebita e contratto di leasing

Corte di Cassazione, sezione seconda penale, Sentenza 15 ottobre 2018, n. 46744. La massima estrapolata: In tema di appropriazione indebita, se la detenzione del bene sia qualificata in forza di un contratto di leasing, il mero inadempimento dei canoni, cui consegue la risoluzione di diritto del contratto, non integra, di per se’, il reato di cui … Leggi tutto Appropriazione indebita e contratto di leasing

Peculato e truffa aggravata: l’elemento distintivo

Corte di Cassazione, sezione sesta penale, Sentenza 15 ottobre 2018, n. 46799. La massima estrapolata: L’elemento distintivo tra il delitto di peculato e quello di truffa aggravata, ai sensi dell’articolo 61 c.p., n. 9, va individuato con riferimento alle modalita’ del possesso del denaro o di altra cosa mobile altrui, oggetto di appropriazione, ricorrendo la prima … Leggi tutto Peculato e truffa aggravata: l’elemento distintivo

Avviso di accertamento: l’integrazione o modificazione in aumento

Corte di Cassazione, sezione tributaria, Sentenza 18 ottobre 2018, n. 26191. La massima estrapolata: Il presupposto per l’integrazione o modificazione in aumento dell’avviso di accertamento, mediante notificazione di nuovi avvisi, è costituito, dal dato oggettivo che gli elementi posti a base del nuovo atto siano nuovi. Ciò non ricorre in presenza di diversa, o più approfondita, … Leggi tutto Avviso di accertamento: l’integrazione o modificazione in aumento

Prestazione svolta dallo studio che tiene la contabilità e la redazione delle dichiarazioni fiscali

Corte di Cassazione, sezione seconda civile, Ordinanza 18 ottobre 2018, n. 26264. La massima estrapolata: Nelle materie commerciali economiche finanziarie e di ragioneria, le prestazioni di assistenza o consulenza aziendale non sono riservate per legge in via esclusiva ai dottori commercialisti, ai ragionieri e ai periti commercialisti, non rientrando fra quelle per le quali necessita iscrizione … Leggi tutto Prestazione svolta dallo studio che tiene la contabilità e la redazione delle dichiarazioni fiscali

Cooperazione ed agevolazioni fiscali: la verifica dei presupposti

La massima estrapolata: In tema di agevolazioni fiscali per la cooperazione, la verifica dei presupposti di applicabilità, che prevede il preventivo parere degli organi di vigilanza riguarda i soli requisiti soggettivi dell’ente ma non le condizioni relative alla natura e alle modalità di svolgimento dell’attività. Sentenza 18 ottobre 2018, n. 26179 Data udienza 23 aprile … Leggi tutto Cooperazione ed agevolazioni fiscali: la verifica dei presupposti

Insegnante di una scuola superiore ed attività di avvocato

Corte di Cassazione, sezione lavoro, Sentenza 17 ottobre 2018, n. 26016. La massima estrapolata: L’insegnante di una scuola superiore può svolgere l’attività di avvocato, previa autorizzazione del dirigente scolastico, il quale, però, può impedire al docente-legale di assumere le difese in controversie in cui è parte la stessa scuola di appartenenza. Sentenza 17 ottobre 2018, n. … Leggi tutto Insegnante di una scuola superiore ed attività di avvocato