Ordinanza demolizione costruzione abusiva e indicazione dell’area di sedime che verrà acquisita al patrimonio del Comune

Consiglio di Stato, sezione sesta, Sentenza 20 novembre 2018, n. 6566. La massima estrapolata: Il provvedimento con cui si ingiunge al responsabile della costruzione abusiva di provvedere alla sua distruzione nel termine fissato, non deve necessariamente contenere l’esatta indicazione dell’area di sedime che verrà acquisita gratuitamente al patrimonio del Comune in caso di inerzia, atteso … Leggi tutto Ordinanza demolizione costruzione abusiva e indicazione dell’area di sedime che verrà acquisita al patrimonio del Comune

La comproprieta’ delle parti comuni indicate dall’articolo 1117 cod. civ.

Corte di Cassazione, sezione seconda civile, Ordinanza 25 ottobre 2018, n. 27058 La massima estrapolata: Nel condominio degli edifici la comproprieta’ delle parti comuni indicate dall’articolo 1117 cod. civ. e, piu’ in generale, che servono per l’esistenza e l’uso delle singole proprieta’ immobiliari, alla quale si lega l’obbligo di partecipazione alle relative spese di manutenzione e … Leggi tutto La comproprieta’ delle parti comuni indicate dall’articolo 1117 cod. civ.

Diritto di veduta, riferimento all’interesse del proprietario dell’edificio frontistante

Corte di Cassazione, sezione seconda civile, Ordinanza 25 ottobre 2018, n. 27056 La massima estrapolata: Ai fini del diritto di veduta, ovvero del diritto del proprietario di un fondo di affacciarsi e godere della vista senza incontrare ostacoli prima di una certa distanza, nella valutazione di quest’ultima, si deve fare riferimento all’interesse del proprietario dell’edificio frontistante, … Leggi tutto Diritto di veduta, riferimento all’interesse del proprietario dell’edificio frontistante

I criteri stabiliti per selezionare i dipendenti in esubero per il licenziamento collettivo sono applicabili a quello per giustificato motivo oggettivo.

Corte di Cassazione, sezione lavoro, Sentenza 25 ottobre 2018, n. 27094 La massima estrapolata: I criteri stabiliti dalla legge per selezionare i dipendenti in esubero nell’ambito di una procedura di licenziamento collettivo sono applicabili in via analogica anche ai licenziamenti per giustificato motivo oggettivo. Pertanto, è illegittima in quanto contraria ai principi di correttezza e buona … Leggi tutto I criteri stabiliti per selezionare i dipendenti in esubero per il licenziamento collettivo sono applicabili a quello per giustificato motivo oggettivo.

La riserva dei posti per i lavoratori socialmente utili e attribuzione di collaboratore scolastico

Corte di Cassazione, sezione lavoro, Sentenza 25 ottobre 2018, n. 27091 La massima estrapolata: La riserva dei posti per i lavoratori socialmente utili ai fini dell’attribuzione del ruolo di collaboratore scolastico a tempo indeterminato non opera sul piano del concorso pubblico ma su quello dell’avviamento alla selezione il cui mancato espletamento impedisce al Lsu rivendicare … Leggi tutto La riserva dei posti per i lavoratori socialmente utili e attribuzione di collaboratore scolastico

Al fine del ribaltamento della precedente decisione assolutoria

Corte di Cassazione, sezione terza penale, Sentenza 24 ottobre 2018, n. 48374 La massima estrapolata: Al fine del ribaltamento della precedente decisione assolutoria, la Corte deve far riferimento a risultanze processuali specifiche ritenute plausibilmente ancorate nella realtà, e verificabili mediante le risultanze probatorie già acquisite. Sentenza 24 ottobre 2018, n. 48374 Data udienza 13 luglio 2018 … Leggi tutto Al fine del ribaltamento della precedente decisione assolutoria

Omesso versamento IVA e l’intervenuto accordo con il contribuente

Corte di Cassazione, sezione terza penale, Sentenza 24 ottobre 2018, n. 48375 La massima estrapolata: In tema di omesso versamento dell’IVA, l’intervenuto accordo tra contribuente ed Amministrazione finanziaria resta ascritto all’ambito prettamente civilistico della novazione dell’obbligazione, senza che questo interferisca nel relativo procedimento penale, inibendolo, attesa la già perfezionatasi consumazione del reato al momento stesso del … Leggi tutto Omesso versamento IVA e l’intervenuto accordo con il contribuente

Violazione del principio di segretezza nelle gare pubbliche

Consiglio di Stato, sezione quinta, Sentenza 19 novembre 2018, n. 6520. La massima estrapolata: La violazione del principio di segretezza nelle gare pubbliche va ravvisata in presenza di una indebita ed anticipata conoscenza dei contenuti dell’offerta, comunque determinata, anche laddove si prefiguri il semplice rischio di pregiudizio del bene giuridico protetto dal principio di segretezza. … Leggi tutto Violazione del principio di segretezza nelle gare pubbliche

Decorrenza del termine per l’impugnazione e parte contumace

Corte di Cassazione, sezione lavoro, Ordinanza 24 ottobre 2018, n. 27017 La massima estrapolata: In tema di notificazione, ai fini della decorrenza del termine per l’impugnazione, la sentenza deve essere notificata personalmente alla parte contumace. Ne consegue che, in caso di contumacia dell’INPS, la notificazione deve essere eseguita, ai sensi dell’art. 145, comma 1, c.p.c., … Leggi tutto Decorrenza del termine per l’impugnazione e parte contumace

Nella attuale coscienza sociale il sentimento di compassione o di pietà è incompatibile con la condotta di soppressione della vita umana

Corte di Cassazione, sezione prima penale, Sentenza 7 novembre 2018, n. 50378. La massima estrapolata: Nella attuale coscienza sociale il sentimento di compassione o di pietà è incompatibile con la condotta di soppressione della vita umana verso la quale si prova il sentimento medesimo. Non può, quindi, essere ritenuta di particolare valore morale la condotta di … Leggi tutto Nella attuale coscienza sociale il sentimento di compassione o di pietà è incompatibile con la condotta di soppressione della vita umana