Appropriazione indebita la condotta dell’intestatario fiduciario di quote societarie

Corte di Cassazione, sezione seconda penale, Sentenza 28 novembre 2018, n. 53373. La massima estrapolata: Non integra il delitto di appropriazione indebita la condotta dell’intestatario fiduciario di quote societarie che non ottemperi all’obbligo di ritrasferirle al fiduciante alla scadenza convenuta, in quanto il fiduciario ha la proprietà effettiva dei beni e non la mera detenzione ed … Leggi tutto Appropriazione indebita la condotta dell’intestatario fiduciario di quote societarie

Gip che autorizza l’intercettazione, o la proroga dell’attività captativa

Corte di Cassazione, sezione seconda penale, Sentenza 10 dicembre 2018, n. 55231. La massima estrapolata: Il Gip che autorizza l’intercettazione, o la proroga dell’attività captativa, non si limita ad un intervento di natura formale o comunque estraneo all’oggetto dell’imputazione, né si limita a “conoscere” il contenuto degli atti procedimentali acquisiti a sostegno di un’ipotesi accusatoria, ma … Leggi tutto Gip che autorizza l’intercettazione, o la proroga dell’attività captativa

Dichiarazioni dell’imputato o indagato in violazione della garanzia del diritto di difesa

Corte di Cassazione, sezione terza penale, Sentenza 6 dicembre 2018, n. 54590. La massima estrapolata: Sono inutilizzabili le dichiarazioni rese nel corso dell’attività ispettiva dall’imputato o dall’indagato nei cui confronti siano emersi anche semplici dati indicativi di un fatto apprezzabile come reato e le cui dichiarazioni siano state assunte in violazione delle norme poste a garanzia … Leggi tutto Dichiarazioni dell’imputato o indagato in violazione della garanzia del diritto di difesa

La facoltà riconosciuta al detenuto di presentare impugnazioni

Corte di Cassazione, sezione prima penale, Sentenza 14 dicembre 2018, n. 56417. La massima estrapolata: La facoltà riconosciuta al detenuto di presentare impugnazioni (nonché dichiarazioni e richieste) direttamente all’amministrazione penitenziaria, secondo la disciplina contenuta nell’art. 123 c.p.p., non preclude la possibilità di ricorrere alle forme ordinarie di proposizione delle impugnazioni di cui all’art. 582 c.p.p., dovendosi … Leggi tutto La facoltà riconosciuta al detenuto di presentare impugnazioni

Giudice dell’esecuzione, in presenza di una domanda di sanatoria

Corte di Cassazione, sezione terza penale, Sentenza 10 dicembre 2018, n. 55028. La massima estrapolata: Il giudice dell’esecuzione, in presenza di una domanda di sanatoria, non deve limitarsi a prenderne atto ai fini della sospensione o revoca dell’ordine di demolizione impartito con la sentenza di condanna, ma deve esercitare il potere-dovere di verifica della validità ed … Leggi tutto Giudice dell’esecuzione, in presenza di una domanda di sanatoria

Violazioni degli obblighi di assistenza familiare anche ai figli nati fuori del matrimonio

Corte di Cassazione, sezione sesta penale, Sentenza 12 dicembre 2018, n. 55744. La massima estrapolata: A prescindere dal dato letterale del nuovo articolo 570-bis del Cp, introdotto dal decreto legislativo 1° marzo 2018 n. 21 (di attuazione del principio di delega della riserva di codice nella materia penale contenuto nell’articolo 1, comma 85, lettera q), della … Leggi tutto Violazioni degli obblighi di assistenza familiare anche ai figli nati fuori del matrimonio

Art. 27 c.p.p. e la motivazione “per relationem”

Corte di Cassazione, sezione sesta penale, Sentenza 14 dicembre 2018, n. 56455. La massima estrapolata: L’art. 27 c.p.p. impone al giudice competente di pronunciarsi entro 20 giorni dalla trasmissione degli atti da parte del giudice dichiaratosi incompetente in maniera autonoma su tutti i presupposti per l’adozione del titolo restrittivo, ma gli consente di motivare “per relationem”, … Leggi tutto Art. 27 c.p.p. e la motivazione “per relationem”

Revoca della patente sospesa nel caso dei lavori di pubblica utilità

Corte di Cassazione, sezione quarta penale, Sentenza 18 dicembre 2018, n. 56962. La massima estrapolata: La sanzione accessoria della revoca della patente, per chi viene condannato per guida in stato di ebbrezza, deve essere sospesa nel caso di applicazione della pena sostitutiva dei lavori di pubblica utilità. Sentenza 18 dicembre 2018, n. 56962 Data udienza 23 … Leggi tutto Revoca della patente sospesa nel caso dei lavori di pubblica utilità

Licenziamento disciplinare, rilevante intervallo temporale tra i fatti contestati e l’esercizio del potere disciplinare

Corte di Cassazione, sezione lavoro, Sentenza 15 novembre 2018, n. 29398. La massima estrapolata: In tema di licenziamento disciplinare, ove sussista un rilevante intervallo temporale tra i fatti contestati e l’esercizio del potere disciplinare, la tempestività di tale esercizio deve essere valutata in relazione al tempo necessario per acquisire conoscenza della riferibilità del fatto, nelle sue … Leggi tutto Licenziamento disciplinare, rilevante intervallo temporale tra i fatti contestati e l’esercizio del potere disciplinare

Immediatezza della contestazione a tutela del lavoratore

Corte di Cassazione, sezione lavoro, Sentenza 16 novembre 2018, n. 29627. La massima estrapolata: Il requisito dell’immediatezza della contestazione è posto a tutela del lavoratore ed ha la finalità di consentire una difesa adeguata in relazione agli addebiti contestati. Lo svolgimento di più approfondite indagini da parte del datore di lavoro sui fatti passibili di responsabilità … Leggi tutto Immediatezza della contestazione a tutela del lavoratore