Non sussiste l’elemento psicologico del reato di mancato pagamento dell’Iva

Corte di Cassazione, sezione terza penale,Sentenza 13 febbraio 2019, n. 6920. La massima estrapolata: Non sussiste l’elemento psicologico del reato di mancato pagamento dell’Iva se, come ordinato dal commissario straordinario, al fine di assicurare la continuità aziendale di Parmalat quest’ultima non pagava le fatture. Sentenza 13 febbraio 2019, n. 6920 Data udienza 12 dicembre 2018 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA … Leggi tutto Non sussiste l’elemento psicologico del reato di mancato pagamento dell’Iva

Compromissione e deterioramento di cui al delitto di inquinamento ambientale

Corte di Cassazione, sezione terza penale,Sentenza 8 febbraio 2019, n. 6264. La massima estrapolata: La compromissione e il deterioramento, di cui al delitto di inquinamento ambientale previsto dall’art. 452 bis cod. pen., consistono in un’alterazione, significativa e misurabile, dell’originaria consistenza della matrice ambientale o dell’ecosistema, caratterizzata, nel caso della “compromissione”, da una condizione di squilibrio funzionale, incidente sui processi naturali … Leggi tutto Compromissione e deterioramento di cui al delitto di inquinamento ambientale

Furto di generi alimentari commesso in un locale ristorante e privata dimora

Corte di Cassazione, sezione quarta penale,Sentenza 20 febbraio 2019, n. 7653. La massima estrapolata: Deve escludersi la qualificazione del fatto ex articolo 624bis del Cp nel caso di furto di generi alimentari commesso in un locale ristorante, durante le ore di chiusura dell’esercizio commerciale, perché non si tratta di una «privata dimora». Sentenza 20 febbraio 2019, n. 7653 Data udienza 29 novembre 2018 … Leggi tutto Furto di generi alimentari commesso in un locale ristorante e privata dimora

Ammissione al gratuito patrocinio: il delitto di cui all’art. 95 d.P.R. n. 115/2002 costituisce un’ipotesi speciale del reato di falso ideologico

Corte di Cassazione, sezione quarta penale,Sentenza 20 febbraio 2019, n. 7675. La massima estrapolata: In tema di ammissione al gratuito patrocinio, il delitto di cui all’art. 95 d.P.R. n. 115/2002 costituisce un’ipotesi speciale del reato di falso ideologico e per la sua configurabilità è richiesto, sotto il profilo psicologico, il solo dolo generico, anche se deve escludersi che esso possa … Leggi tutto Ammissione al gratuito patrocinio: il delitto di cui all’art. 95 d.P.R. n. 115/2002 costituisce un’ipotesi speciale del reato di falso ideologico

Maltrattamenti in famiglia: il compimento di più atti non è necessario che essi vengano posti in essere per un tempo prolungato

Corte di Cassazione, sezione sesta penale,Sentenza 25 febbraio 2019, n. 8312. La massima estrapolata: Integra l’elemento oggettivo del delitto di maltrattamenti in famiglia il compimento di più atti, delittuosi o meno, di natura vessatoria che determinano sofferenze fisiche o morali, realizzati in momenti successivi, senza che sia necessario che essi vengano posti in essere per un tempo prolungato, essendo sufficiente … Leggi tutto Maltrattamenti in famiglia: il compimento di più atti non è necessario che essi vengano posti in essere per un tempo prolungato

Commercio della cannabis light

Corte di Cassazione, sezione terza penale,Sentenza 20 febbraio 2019, n. 7649. La massima estrapolata: Alla luce della disciplina introdotta dalla legge n. 242 del 2016, relativamente al commercio della cannabis light, il commerciante va esente da responsabilità penale ricorrendo le condizioni di liceità previste per il coltivatore della canapa (la pianta deve rientrare in una delle varietà ammesse; la percentuale … Leggi tutto Commercio della cannabis light

Reiterazione nel tempo di una pluralita’ di condotte di cessione della droga

Corte di Cassazione, sezione terza penale,Sentenza 11 febbraio 2019, n. 6375. La massima estrapolata: In materia di sostanze stupefacenti, la reiterazione nel tempo di una pluralita’ di condotte di cessione della droga, pur non precludendo automaticamente al giudice di ravvisare il fatto di lieve entita’, entra in considerazione nella valutazione di tutti i parametri dettati, in proposito, dal Decreto del … Leggi tutto Reiterazione nel tempo di una pluralita’ di condotte di cessione della droga

La sopravvenuta variazione “nelle more del giudizio di appello” delle tabelle utilizzate

Corte di Cassazione, sezione sesta (terza) civile, Ordinanza 14 febbraio 2019, n. 4499. La massima estrapolata: Quando, all’esito del giudizio di primo grado, l’ammontare del danno alla persona sia stato determinato secondo il sistema “tabellare”, la sopravvenuta variazione “nelle more del giudizio di appello” delle tabelle utilizzate legittima il soggetto danneggiato a proporre impugnazione, per ottenere la liquidazione di un maggiore … Leggi tutto La sopravvenuta variazione “nelle more del giudizio di appello” delle tabelle utilizzate

Liquidazione del danno patrimoniale ed il riconoscimento di un’assistenza continuativa per ventiquattro ore

Corte di Cassazione, sezione terza civile,Ordinanza 15 febbraio 2019, n. 4553. La massima estrapolata: E’ illegittima e deve essere, pertanto, cassata la sentenza che, nella liquidazione del danno patrimoniale, non tiene conto del fatto che la consulenza tecnica di ufficio espletata in primo grado aveva ritenuto necessaria per il soggetto rimasto gravemente danneggiato all’esito di un incidente stradale un’assistenza continuativa … Leggi tutto Liquidazione del danno patrimoniale ed il riconoscimento di un’assistenza continuativa per ventiquattro ore

Diffamazione a mezzo stampa e l’indicazione del solo cognome

Corte di Cassazione, sezione terza civile,Ordinanza 14 febbraio 2019, n. 4498. La massima estrapolata: In tema di diffamazione a mezzo stampa, l’indicazione del solo cognome, se talvolta permette di identificare una determinata persona, non è di norma sufficiente ove non sia munita di immediata attitudine individualizzante. Ordinanza 14 febbraio 2019, n. 4498 Data udienza 15 novembre 2018 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO … Leggi tutto Diffamazione a mezzo stampa e l’indicazione del solo cognome