Inosservanza da parte del giudice dell’obbligo di astensione

Corte di Cassazione, sezione quinta penale,Sentenza 8 marzo 2019, n. 10426. La massima estrapolata: L’inosservanza da parte del giudice dell’obbligo di astensione riconducibile alle “gravi ragioni di convenienza”, di cui all’art. 36, comma primo, lett. h), cod. proc. pen., che non costituisce motivo di ricusazione ai sensi del successivo art. 37, non comporta una nullità generale ed assoluta della sentenza, … Leggi tutto Inosservanza da parte del giudice dell’obbligo di astensione

Nel caso di contestuale pendenza presso lo stesso ufficio di piu’ procedimenti penali per uno stesso fatto e nei confronti della stessa persona

Corte di Cassazione, sezione sesta penale Sentenza 5 marzo 2019, n. 9743. La massima estrapolata: Nel caso di contestuale pendenza presso lo stesso ufficio (o presso uffici diversi della stessa sede giudiziaria) di piu’ procedimenti penali per uno stesso fatto e nei confronti della stessa persona, una volta esercitata l’azione penale nell’ambito di uno di tali procedimenti, deve … Leggi tutto Nel caso di contestuale pendenza presso lo stesso ufficio di piu’ procedimenti penali per uno stesso fatto e nei confronti della stessa persona

Ricettazione e la circostanza attenuante del danno patrimoniale di speciale tenuita’

Corte di Cassazione, sezione seconda penale,Sentenza 5 marzo 2019, n. 9648. La massima estrapolata: In tema di delitto di ricettazione, la circostanza attenuante del danno patrimoniale di speciale tenuita’ e’ compatibile con la forma attenuata del delitto nel solo caso in cui la valutazione del danno patrimoniale sia rimasta estranea al giudizio sulla particolare tenuita’ del fatto Sentenza 5 marzo 2019, … Leggi tutto Ricettazione e la circostanza attenuante del danno patrimoniale di speciale tenuita’

Circostanza aggravante della violenza sulle cose

Corte di Cassazione, sezione quinta penale,Sentenza 1 marzo 2019, n. 8846. La massima estrapolata: Ai fini della configurabilita’ della circostanza aggravante della violenza sulle cose prevista dall’articolo 625 C.P., n. 2, non e’ necessario che la violenza venga esercitata direttamente sulla “res” oggetto dell’impossessamento, ben potendosi l’aggravante configurare anche quando la violenza venga posta in essere nei confronti dello strumento … Leggi tutto Circostanza aggravante della violenza sulle cose

Delitto di sequestro di persona

Corte di Cassazione, sezione quinta penale,Sentenza 1 marzo 2019, n. 8824. La massima estrapolata: Il delitto di sequestro di persona e’ integrato da qualsiasi condotta che privi la vittima della liberta’ fisica e di locomozione, sia pure non in modo assoluto, per un tempo apprezzabile, a nulla rilevando la circostanza che il sequestrato non faccia alcun tentativo per riacquistare la … Leggi tutto Delitto di sequestro di persona

Il reato di guida in stato di ebbrezza determina un pericolo per la collettività

Corte di Cassazione, sezione quarta penale,Sentenza 7 marzo 2019, n. 10038. La massima estrapolata: Il reato di guida in stato di ebbrezza determina un pericolo per la collettività, mentre quello di rifiuto di sottoporsi al test frappone ostacoli ai controlli. In quest’ottica, dunque, il rifiuto non è un modo per nascondere il proprio stato di ebbrezza. Le due fattispecie (articolo … Leggi tutto Il reato di guida in stato di ebbrezza determina un pericolo per la collettività

Omissione di lavori in edifici o costruzioni che minacciano rovina

Corte di Cassazione, sezione sesta penale,Sentenza 7 marzo 2019, n. 10110. La massima estrapolata: Il sequestro preventivo e’ legittimamente disposto in presenza di un reato che risulti sussistere in concreto, indipendentemente dall’accertamento della presenza dei gravi indizi di colpevolezza o dell’elemento psicologico, atteso che la verifica di tali elementi e’ estranea all’adozione della misura cautelare realeAi fini della configurabilita’ del … Leggi tutto Omissione di lavori in edifici o costruzioni che minacciano rovina

Truffa contrattuale realizzata attraverso la vendita di beni “on line”

Corte di Cassazione, sezione seconda penale,Sentenza 5 marzo 2019, n. 9641. La massima estrapolata: La truffa contrattuale realizzata attraverso la vendita di beni “on line”, in cui il pagamento eseguito dalla parte offesa avvenga tramite bonifico bancario con accredito su conto corrente, si consuma nel luogo ove l’agente consegue l’ingiusto profitto tramite la riscossione della somma e non gia’ in … Leggi tutto Truffa contrattuale realizzata attraverso la vendita di beni “on line”

Elemento oggettivo del delitto di violenza privata

Corte di Cassazione, sezione quinta Penale Sentenza 8 marzo 2019, n. 10360. La massima estrapolata: L’elemento oggettivo del delitto di violenza privata e’ costituito da una violenza o da una minaccia che abbiano l’effetto di costringere taluno a fare, tollerare od omettere una condotta determinata; in assenza di tale determinatezza, possono integrarsi i singoli reati di minaccia, molestia, … Leggi tutto Elemento oggettivo del delitto di violenza privata

La p.a. dispone di un generale potere di natura cautelare e di durata temporanea

Consiglio di Stato, sezione terza, Sentenza 28 marzo 2019, n. 2076. La massima estrapolata: Ai sensi degli art. 7, comma 2, e 21 quater, L. 7 agosto 1990 n. 241, la p.a. dispone di un generale potere di natura cautelare e di durata temporanea, consistente nella sospensione degli effetti dell’atto amministrativo precedentemente adottato, al quale però si … Leggi tutto La p.a. dispone di un generale potere di natura cautelare e di durata temporanea