Contestazione del delitto di truffa avente a oggetto l’erogazione di finanziamenti bancari

Corte di Cassazione, sezione quinta penale,Sentenza 27 marzo 2019, n. 13399. La massima estrapolata: La contestazione del delitto di truffa avente a oggetto l’erogazione di finanziamenti bancari indotti mediante falsificazione dei bilanci e di altra documentazione relativa alla situazione economico-patrimoniale di una società, non impedisce, in ragione del divieto di bis in idem, di giudicare l’imputato per il delitto di … Leggi tutto Contestazione del delitto di truffa avente a oggetto l’erogazione di finanziamenti bancari

Professore universitario che facilita la carriera universitaria di uno studente

Corte di Cassazione, sezione quinta penale,Sentenza 2 aprile 2019, n. 14377. La massima estrapolata: Il professore universitario che facilita la carriera universitaria di uno studente, agevolandone il conseguimento della laurea e supportandolo nel conseguimento del dottorato di ricerca, in cambio di incarichi di consulenza conferiti dal padre del ragazzo, dirigente sanitario, non commette corruzione. Sentenza 2 aprile 2019, n. 14377 Data udienza 26 … Leggi tutto Professore universitario che facilita la carriera universitaria di uno studente

Le presunzioni previste dalle norme tributarie

Corte di Cassazione, sezione terza penale,Sentenza 27 marzo 2019, n. 13334. La massima estrapolata: Le presunzioni previste dalle norme tributarie, pur non costituendo di per sé prova della sussistenza del reato, costituiscono dati di fatto che devono essere valutati dal giudice liberamente, insieme ad elementi di riscontro a riprova della illiceità della condotta. Sia i prelevamenti che i versamenti operati … Leggi tutto Le presunzioni previste dalle norme tributarie

Concorso nell’abuso d’ufficio e rivelazione di segreti d’ufficio

Corte di Cassazione, sezione quinta penale,Sentenza 2 aprile 2019, n. 14380. La massima estrapolata: Concorso nell’abuso d’ufficio e rivelazione di segreti d’ufficio per la candidata che, per intercessione del direttore generale della Azienda sanitaria di Potenza, ottiene in anticipo le tracce dei temi per la prova pratica relativa a un posto di dirigente amministrativo della Azienda sanitaria. Sentenza 2 aprile 2019, … Leggi tutto Concorso nell’abuso d’ufficio e rivelazione di segreti d’ufficio

Non commette autoriciclaggio il contribuente che nella voluntary disclosure ha dichiarato il falso

Corte di Cassazione, sezione seconda penale,Sentenza 1 aprile 2019, n. 14101. La massima estrapolata: Non commette autoriciclaggio il contribuente che nella voluntary disclosure ha dichiarato il falso regolarizzando beni che in realtà non erano all’estero, ma già in suo possesso. Il falso infatti non può aver generato, come provento, quegli stessi beni che erano già presenti nel patrimonio del contribuente … Leggi tutto Non commette autoriciclaggio il contribuente che nella voluntary disclosure ha dichiarato il falso

Prova della presenza recente di una macchia d’olio

Corte di Cassazione, sezione terza civile,Sentenza 15 marzo 2019, n. 7361. La massima estrapolata: La prova della presenza recente di una macchia d’olio, non prevedibile e dunque non evitabile da parte del Comune, a cagione del fatto di essersi formata poco prima dell’incidente, in quanto prova di un fatto esterno al rapporto tra il custode e la cosa, e come … Leggi tutto Prova della presenza recente di una macchia d’olio

Negli edifici in condominio le scale con i relativi pianerottoli

Corte di Cassazione, sezione sesta (seconda) civile, Ordinanza 18 marzo 2019, n. 7625. La massima estrapolata: Negli edifici in condominio, le scale con i relativi pianerottoli, che insistano, nella specie, su un ballatolo e servano da accesso al lastrico solare comune, costituiscono strutture funzionalmente essenziali del fabbricato e rientrano, pertanto, tra le parti che devono presumersi comuni, in forza dell’art. 1117, … Leggi tutto Negli edifici in condominio le scale con i relativi pianerottoli

Opere necessarie per eliminare le barriere architettoniche

Corte di Cassazione, sezione seconda civile,Sentenza 12 marzo 2019, n. 7028. La massima estrapolata: Le opere necessarie per eliminare le barriere architettoniche sono di fondamentale importanza per la vivibilità dell’appartamento con la conseguenza che nel valutare la legittimità o meno dell’installazione di un ascensore nel vano scale da parte del singolo condominio si deve tenere conto del principio di solidarietà, … Leggi tutto Opere necessarie per eliminare le barriere architettoniche

Sono oggetto di proprietà comune sottotetti destinati all’uso comune

Corte di Cassazione, sezione sesta (seconda) civile, Ordinanza 15 marzo 2019, n. 7483. La massima estrapolata: Sono comunque oggetto di proprietà comune dei proprietari delle singole unità immobiliari dell’edificio, agli effetti dell’art. 1117 c.c. (in tal senso, peraltro, testualmente integrato, con modifica, in parte qua, di natura interpretativa, proprio dalla L. 11 dicembre 2012, n. 220) i sottotetti destinati, per le … Leggi tutto Sono oggetto di proprietà comune sottotetti destinati all’uso comune

Risarcimento dei danni provocati da braci ancora ardenti nascoste sotto la sabbia

Corte di Cassazione, sezione terza civile,Sentenza 15 marzo 2019, n. 7362. La massima estrapolata: Il Comune è tenuto al risarcimento dei danni provocati da braci ancora ardenti nascoste sotto la sabbia; la brace lasciata da chi ha acceso il falò è, infatti, un rifiuto solido il cui smaltimento rientra negli obblighi del Comune e la sua rimozione non presuppone attività … Leggi tutto Risarcimento dei danni provocati da braci ancora ardenti nascoste sotto la sabbia