Sussiste litispendenza tra una opposizione a precetto proposta ai sensi dell’art. 615 comma 1 c.p.c. ed un’opposizione all’esecuzione successivamente proposta ai sensi dell’art. 615 comma 2 c.p.c.

Corte di Cassazione, sezione sesta (lavoro)civile, Ordinanza 12 aprile 2019, n. 10415. La massima estrapolata: Sussiste litispendenza, e non continenza né connessione, tra una opposizione a precetto, proposta ai sensi dell’art. 615, comma 1, c.p.c., ed un’opposizione all’esecuzione, successivamente proposta ai sensi dell’art. 615, comma 2, c.p.c., avverso il medesimo titolo esecutivo e fondate su fatti costitutivi dell’inesistenza del diritto di … Leggi tutto Sussiste litispendenza tra una opposizione a precetto proposta ai sensi dell’art. 615 comma 1 c.p.c. ed un’opposizione all’esecuzione successivamente proposta ai sensi dell’art. 615 comma 2 c.p.c.

Compenso per l’opera professionale pattuita sia subordinato all’ottenimento di un finanziamento dell’opera progettata da parte di un soggetto terzo

Corte di Cassazione, sezione seconda civile,Ordinanza 18 aprile 2019, n. 10844. La massima estrapolata: In tema di contratti con una pubblica amministrazione in cui il pagamento del compenso per l’opera professionale pattuita sia subordinato all’ottenimento di un finanziamento dell’opera progettata da parte di un soggetto terzo, il creditore che lamenti il mancato avveramento di tale circostanza ha l’onere di provarne … Leggi tutto Compenso per l’opera professionale pattuita sia subordinato all’ottenimento di un finanziamento dell’opera progettata da parte di un soggetto terzo

IRAP sono deducibili dalla base imponibile i contributi per le assicurazioni obbligatorie contro gli infortuni sul lavoro

Corte di Cassazione, sezione tributaria,Sentenza 19 aprile 2019, n. 11021. La massima estrapolata: In tema di IRAP sono deducibili dalla base imponibile i contributi per le assicurazioni obbligatorie contro gli infortuni sul lavoro sostenuti dall’azienda ospedaliera universitaria, quale ente equiparato alle amministrazioni pubbliche ai sensi dell’art. 3, comma 1, lett. e-bis, del d.lgs. n. 446 del 1997, poiché il parametro … Leggi tutto IRAP sono deducibili dalla base imponibile i contributi per le assicurazioni obbligatorie contro gli infortuni sul lavoro

Anche se rimasto inerte nei primi gradi di giudizio il condomino ha diritto di depositare ricorso incidentale tardivo

Corte di Cassazione, sezioni unite civili,Sentenza 18 aprile 2019, n. 10934. La massima estrapolata: In tema di condominio, anche se rimasto inerte nei primi gradi di giudizio il condomino ha diritto di depositare ricorso incidentale tardivo in proprio nel giudizio di legittimità. Sentenza 18 aprile 2019, n. 10934 Data udienza 17 aprile 2018 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA … Leggi tutto Anche se rimasto inerte nei primi gradi di giudizio il condomino ha diritto di depositare ricorso incidentale tardivo

Reato di circonvenzione di persone incapaci è un reato di pericolo

Corte di Cassazione, sezione seconda penale,Sentenza 5 marzo 2019, n. 9656. La massima estrapolata: Il reato di circonvenzione di persone incapaci è un reato di pericolo previsto a tutela del bene giuridico del patrimonio della persona offesa, con la conseguenza che il momento di consumazione dello stesso deve essere individuato nel momento della sua idoneità a produrre il pericolo di … Leggi tutto Reato di circonvenzione di persone incapaci è un reato di pericolo

Violazione degli obblighi di assistenza familiare

Corte di Cassazione, sezione sesta penale,Sentenza 4 marzo 2019, n. 9430. La massima estrapolata: In tema di violazione degli obblighi di assistenza familiare, l’incapacità economica dell’obbligato, intesa come impossibilità di far fronte agli adempimenti sanzionati dall’articolo 570 del codice penale, deve essere assoluta e deve altresì integrare una situazione di persistente, oggettiva e incolpevole indisponibilità di introiti, e, comunque, integra … Leggi tutto Violazione degli obblighi di assistenza familiare

Il termine decadenziale per proporre ricorso è consustanziale

Consiglio di Stato, sezione sesta, Sentenza 23 aprile 2019, n. 2582. La massima estrapolata: Il termine decadenziale per proporre ricorso è consustanziale, ed è tale da non ammettere dilazioni legate all’eventuale incompletezza della cognizione sugli atti del procedimento o sul contenuto integrale del provvedimento impugnato. Sentenza 23 aprile 2019, n. 2582 Data udienza 18 aprile 2019 REPUBBLICA ITALIANAIN NOME DEL … Leggi tutto Il termine decadenziale per proporre ricorso è consustanziale

La risposta dell’Amministrazione appaltante ad una richiesta di chiarimenti avanzata dai concorrenti

Consiglio di Stato, sezione terza, Sentenza 23 aprile 2019, n. 2593. La massima estrapolata: In una situazione di obiettiva incertezza dipendente dal fatto che le clausole della lex specialis risultano malamente formulate o si prestano comunque ad incertezze interpretative o siano equivoche, la risposta dell’Amministrazione appaltante ad una richiesta di chiarimenti avanzata dai concorrenti non costituisce un’indebita … Leggi tutto La risposta dell’Amministrazione appaltante ad una richiesta di chiarimenti avanzata dai concorrenti

Valutazione in ordine alla gravità dei fatti addebitati ad un appartenente alla Polizia di Stato

Consiglio di Stato, sezione terza, Sentenza 23 aprile 2019, n. 2611. La massima estrapolata: La valutazione in ordine alla gravità dei fatti addebitati ad un appartenente alla Polizia di Stato in relazione all’applicazione di una sanzione disciplinare, costituisce espressione di discrezionalità amministrativa, non sindacabile in via generale dal giudice della legittimità, salvo che in ipotesi di eccesso … Leggi tutto Valutazione in ordine alla gravità dei fatti addebitati ad un appartenente alla Polizia di Stato