Dolo processuale di una delle parti

Corte di Cassazione, sezioni unite civili,Sentenza 17 maggio 2019, n. 13437. La massima estrapolata: Il dolo processuale di una delle parti costituisce motivo di revocazione della sentenza ex art. 395, n. 1, c.p.c. solo qualora si sia concretato in un’attività deliberatamente fraudolenta, ovvero in artifici e raggiri di tale entità da far apparire una situazione differente da quella reale, sviando … Leggi tutto Dolo processuale di una delle parti

Nell’ambito dell’accertamento induttivo dei redditi di impresa

Corte di Cassazione, sezione tributaria,Ordinanza 8 maggio 2019, n. 12104. La massima estrapolata: Nell’ambito dell’accertamento induttivo dei redditi di impresa – disciplinato dall’articolo 39, comma 1, lettera d) del Dpr 600/1973 e fondato sulla base della verifica delle scritture e delle registrazioni contabili – l’atto di rettifica, qualora risulti sufficientemente motivato dall’Ufficio mediante la specificazione degli indicatori di inattendibilità dei … Leggi tutto Nell’ambito dell’accertamento induttivo dei redditi di impresa

La società che gestisce per conto del Comune un parcheggio a pagamento è tenuta a versare la Tarsu

Corte di Cassazione, sezione tributaria,Ordinanza 16 maggio 2019, n. 13185. La massima estrapolata: La società che gestisce per conto del Comune un parcheggio a pagamento è tenuta a versare la Tarsu – la tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, sostituita dalla legge di stabilità 2014 con la Tari, tassa sui rifiuti – in quanto il servizio svolto, ovvero … Leggi tutto La società che gestisce per conto del Comune un parcheggio a pagamento è tenuta a versare la Tarsu

Giudice del merito quando aderisce alle conclusioni del consulente tecnico

Corte di Cassazione, sezione seconda civile,Ordinanza 17 aprile 2019, n. 10747. La massima estrapolata: Il giudice del merito quando aderisce alle conclusioni del consulente tecnico che nella relazione abbia tenuto conto, replicandovi, dei rilievi dei consulenti di parte, esaurisce l’obbligo della motivazione con l’indicazione delle fonti del suo convincimento. Ordinanza 17 aprile 2019, n. 10747 Data udienza 7 novembre 2018 REPUBBLICA ITALIANA IN … Leggi tutto Giudice del merito quando aderisce alle conclusioni del consulente tecnico

In tema di operazioni di cartolarizzazione di cui alla l. n. 130 del 1999,

Corte di Cassazione, sezione tributaria,Ordinanza 16 maggio 2019, n. 13162. La massima estrapolata: In tema di operazioni di cartolarizzazione di cui alla l. n. 130 del 1999, i flussi di liquidità ingenerati dall’incasso dei crediti temporaneamente versati in depositi o conti correnti bancari intestati alle cd. società veicolo appositamente costituite, gestori del patrimonio separato, producono interessi assoggettati a ritenuta alla … Leggi tutto In tema di operazioni di cartolarizzazione di cui alla l. n. 130 del 1999,

È legittimo il figlio nato con la procreazione medicalmente assistita omologa dopo la morte del padre

Corte di Cassazione, sezione prima civile,Sentenza 15 maggio 2019, n. 13000. La massima estrapolata: È legittimo il figlio nato con la procreazione medicalmente assistita omologa dopo la morte del padre, che ha dato il consenso al congelamento del seme. Va dunque rettificato l’atto di stato civile in cui il bambino ha il solo cognome della madre. La parificazione ai figli … Leggi tutto È legittimo il figlio nato con la procreazione medicalmente assistita omologa dopo la morte del padre

La mera appartenenza di una società ad un gruppo non presuppone mai l’esistenza di vantaggi compensativi ex se

Corte di Cassazione, sezione prima penale,Sentenza 13 maggio 2019, n. 20494. La massima estrapolata: La mera appartenenza di una società ad un gruppo non presuppone mai l’esistenza di vantaggi compensativi ex se. Anche se l’interesse della singola società non può prescindere da una visione generale, va sempre valutato, con riferimento ai possibili vantaggi che l’atto di gestione può arrecare al … Leggi tutto La mera appartenenza di una società ad un gruppo non presuppone mai l’esistenza di vantaggi compensativi ex se

La rilevanza penale della condotta produttiva di rumori

Corte di Cassazione, sezione terza penale,Sentenza 22 maggio 2019, n.22459. La massima estrapolata: La rilevanza penale della condotta produttiva di rumori, censurati come fonte di disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone, richiede l’incidenza sulla tranquillità pubblica, in quanto l’interesse tutelato dal legislatore è la pubblica quiete, sicché i rumori devono avere una tale diffusività che l’evento di disturbo … Leggi tutto La rilevanza penale della condotta produttiva di rumori

Nel reato di omicidio tentato la prova del dolo

Corte di Cassazione, sezione prima penale,Sentenza 9 maggio 2019, n. 19816. La massima estrapolata: Nel reato di omicidio tentato la prova del dolo, in assenza di esplicite ammissioni da parte dell’imputato, ha natura indiretta, dovendo essere desunta da elementi esterni e, in particolare, da quei dati della condotta che, per la loro non equivoca potenzialità offensiva, siano i più idonei … Leggi tutto Nel reato di omicidio tentato la prova del dolo

Reato di turbata libertà degli incanti

Corte di Cassazione, sezione sesta penale,Sentenza 9 maggio 2019, n. 19927. La massima estrapolata: Il reato di turbata libertà degli incanti si configura, a carico del legale rappresentante di una Srl, che partecipa alle cene con altri imprenditori per mettere a punto delle combine per aggiudicarsi le gare, a prescindere dal danno causato alla Pa e dal raggiungimento dell’obiettivo. Sentenza 9 … Leggi tutto Reato di turbata libertà degli incanti